News    Programs    Residency    Artists
Editions     About     Contact      SUPPORT

 

SULL'ISTMO workshop di Enrico Malatesta
27th September 2014, 10:00

SULL'ISTMO workshop di Enrico Malatesta    
27th September 2014 10:00 - 28th September 2014 18:00

SULL'ISTMO
un workshop-seminario di e con Enrico Malatesta.

sabato 27 e domenica 28 settembre,
dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.

 

il workshop della durata di due giorni con Enrico Malatesta, è aperto a chiunque sia interessato all'interazione tra suono, spazio, gesto e silenzio.

L'intento è offrire una serie di esperienze semplici, tramite le quali estendere la percezione dello spazio -inteso come ordine di coesistenza-  e del ritmo - inteso come ordine di successione- con particolare attenzione alla qualità materica degli strumenti e alla possibilità di renderli utili per vagare nell'ascolto, rendendo l'intorno individuale instabile ed in movimento.

I partecipanti sono invitati a porre l'attenzione sull'azione legato/slegato del suono, sugli eventi­fantasma e sul rumore di fondo, così come sul rapporto tra spazio, movimento e posizione del sonatore, cercando di estendere l'udibile della natura nel suo operare. Il suono viene proposto come visione di limite, superficie, direzione e avvenimento.




Ai partecipanti (minimo 6 - massimo 12), non è richiesta nessuna abilità specifica.  
NON devono essere portati oggetti, nè strumenti, né dispositivi, eccetera.
Non è prevista nessuna presentazione pubblica.

Sabato 27 e domenica 28 settembre 2014, 7 ore al giorno.
Gli orari di lavoro sono dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.
Il costo del laboratorio è 60 euro da corrispondere in sede (O' via pastrengo 12, milano) la mattina di sabato 27 settembre (è gradito l'arrivo con 15min. di anticipo).

per iscrizioni on@on-o.org, t. +39 02 66823357



Enrico Malatesta (1985) is a percussionist active in the field of contemporary music; his personal activity and research is aimed to extend the sonic and multi­material possibilities of percussion instruments through simple gestural techniques, able to realize complex polyrhythms and multiple sounds between performer, instrument and vastness.

His live performances and collaborations have been presented throughout Europe, North America, Japan and South Korea and has recordings published  by the labels Presto!? Records, Second Sleep, Senufo Editions, Entr’acte, Alku, Aural Tools, Weighter Recordings, Triscele Registrazioni, Consumer Waste.

Enrico Malatesta has been stage musician for Teatro Valdoca between 2007-2013 and he is curator of Grande Stagione, an indipendent platform for experimental music in Cesena and  neighboring areas. He is also one of founding members of AUNA.





 

 

 

 

 

 

 

Di domenica, se il vento era favorevole, udivo talvolta le campane di Lincoln, Acton, Bedford e Concord una melodia lieve, dolce e per così dire, naturale, degna d’essere lasciata penetrare nella solitudine boschiva. Quando vibra al di sopra dei boschi, a sufficiente distanza, questo suono acquista un certo ronzio vibratorio, come se gli aghi dei pini, all’orizzonte, fossero le corde pizzicate di un’arpa. Ogni suono udito alla maggiore distanza possibile produce un unico e identico effetto, fa vibrare la lira dell’universo, esattamente come l’atmosfera che è frapposta rende più interessante ai nostri occhi una cresta di monti lontani, il colore azzurro che le imparte. In questo caso, io ero raggiunto da una melodia filtrata attraverso l’aria e che aveva conversato con ogni foglia e ogni ago del bosco; quella parte del suono che gli elementi avevano raccolto, modulato e ripetuto di valle in valle. Fino a un certo punto, l’eco è un suono originale, e in ciò risiedono il suo fascino e la sua magia. Non è solo una ripetizione di ciò che valeva la pena fosse ripetuto nella campana, ma, in parte, è la voce stessa del bosco, le identiche e comuni parole e note cantate da una ninfa di quei luoghi.
A sera, il lontano muggito di quache vacca, all’orizzonte, oltre i boschi, risuona dolce e melodioso e, sul momento, io l’avrei preso per la voce di certi menestrelli che di tanto in tanto venivano a farmi la serenata, in giro per valli e colline; ma tosto ne ero non spiacevolmente disilluso, quando quella musica si prolungava in quella comune e naturale della vacca. Dicendo che il canto di quei giovani era simile alla musica di quelle vacche non voglio fare dell’ironia, ma dire invece quanto lo apprezzassi, in quanto ambedue erano, alla fine, una sola articolazione della natura.

H.D.Thoreau



More info here:
   

> Contact

O’ is a non-profit organization that promotes different art languages through exhibitions, lectures, concerts, labs, performances and editions. It hosts an international Artist in Residence program, O’A.I.R. where space, time and resources are offered to support the creative process. In collaboration with record label/publishing house Die Schachtel, O’ often produces live performances & projects with renowned avant-garde artists and composers.

O'
via Pastrengo 12
20159 Milano
Italy

phone +39 02 66823357
on@on-o.org
CREDITS © 2009 Soundohm by Die Schachtel. All rights reserved.
See our privacy and copyright statement for more information.
Web: UAU Studio

> Write Us

Open the form

> Mailing list

Sign up for our newsletter full of events, exibitions, projects and open calls